TEATRO STUDIO

KRYPTON


PERCORSI


CALENDARIO


LINK


GALLERIA


CONTATTI



2012
TU - TEATRO URBANO
Corso di Alta Formazione per lo Spettacolo dal Vivo
Percorso formativo per attrici, danzatrici, cantanti e operatori tecnici
 
 





un progetto di Giancarlo Cauteruccio

ALLIEVI
attrici Laura Bandelloni, Irene Barbugli, Debora Daddi, Martina Lino, Flavia Pezzo
cantanti Hitomi Ohki, Elisa Prosperi, Maria Elena Romanazzi
danzatrici Martina Belloni, Daniela Ranzetti
operatori della scena
Lorenzo Bernini, Monica Camerota, Adriano Manca, Brando Nencini, Roberto Raso

DOCENTI E OPERATORI TECNICI
regia Giancarlo Cauteruccio
scenografia Daniele Spisa
recitazione Fulvio Cauteruccio
drammaturgia Virginio Liberti
canto Monica Benvenuti
coreografia Patrizia De Bari
costumi Massimo Bevilacqua
luci Loris Giancola
video Alessio Bianciardi
suono Marco Cardone
produzione Pina Izzi

Con “TU – Teatro Urbano” Giancarlo Cauteruccio concretizza un percorso avviato negli ultimi anni per dare corpo a nuove possibilità di formazione creativa, sempre più avvertita come parte attiva e fondante del processo di produzione teatrale.
Il progetto, nato dal bando per la cultura della Regione Toscana, POR Toscana F.S.E. 49933, vede infatti il concorso di Teatro Studio Krypton di Scandicci, Giardino Chiuso di San Gimignano e Teatro dell’Aglio di Piombino: tre realtà del teatro di ricerca attive nel territorio regionale che con questo esperimento puntano a sviluppare nuovi percorsi progettuali e nuove reti fra le città toscane. Nelle recenti sperimentazioni messe in opera al Teatro Studio, le pratiche formative sono state scalzate dalla consueta dimensione della didattica frontale per entrare in una nuova estensione, una forma di cantiere in cui l’apprendimento è strettamente avvinto alla consapevole, e responsabile, partecipazione degli allievi alla creazione. Si tratta di un’applicazione delle strategie “learning by doing” che però non tralascia la trasmissione di competenze tecniche e artistiche fondamentali, la cui trattazione è affidata a artisti e professionisti delle discipline del teatro coinvolti nelle diverse fasi della creazione. A questi modelli, già verificati con successo, “TU – Teatro Urbano” aggiunge il valore di un progetto che amplifica lo spazio dell’indagine alle problematiche e alle suggestioni della spettacolazione del luogo non deputato, studiato in specifiche declinazioni che mettono in gioco l’ambiente urbano, storico e contemporaneo, il paesaggio industriale, lo spazio naturale. Come un autentico cantiere in movimento “TU” procede per tappe con un primo evento nella storica Piazza delle Erbe a San Gimignano, un secondo alle acciaierie Lucchini di Piombino, e l’ultimo, sintesi dell’iter, nell’area del Teatro Studio di Scandicci. I tre allestimenti vengono progettati espressamente per i tre luoghi urbani, utilizzandone le specificità architettoniche e le tensioni energetiche. Scegliendo di confrontarsi con spazi fortemente caratterizzati il progetto intende restituire la funzione del teatro alla dimensione della città, aprendo interrogativi su criticità culturali, sociali e territoriali. La sintesi tra le tecnologie e le estetiche della contemporaneità, aprono squarci su questioni che chiamano in causa la città e i suoi flussi relazionali, le condizioni di conflitto e equilibrio con l’ambiente naturale, il ruolo dell’architettura. Per addentrarsi nell’ampiezza di tali questioni è stato avviato un percorso di lettura e interpretazione, con un taglio fortemente contemporaneo, de “Le Troiane” di Euripide, un testo emblematico della struttura della tragedia greca così come dell’attualità dei temi tratteggiati nel repertorio classico. Per contribuire a rivelarne l’attualità, i caratteri e l’intreccio dell’opera euripidea vengono attraversati da testimonianze dei nostri giorni, come le pagine di Anna Politkovskaja e dell’autrice rwandese Yolande Mukagasana.
I veri protagonisti di questo viaggio sono i sedici allievi del corso di alta formazione artistica: un cast artistico tutto al femminile, con attrici e cantanti liriche, e un cast di operatori misto, con tecnici, scenografi, assistenti alla regia. Da aprile l’intero gruppo si confronta sul testo, sui linguaggi, sulle tecniche espressive e sulle tecnologie video, luce e audio, in un’atmosfera di costante approfondimento e analisi critica e operativa: una autentica factory delle lingue del teatro, in continuo aggiornamento e espansione verso nuove frontiere.




 

 

 

 

 

 

 

 


Comune
di Piombino


comune
di Scandicci


Comune
di San Gimignano

ù


Provincia
di Livorno